Ultimi post
Powered by Blogger.

Joao Gilberto rivoluziona il proprio jeitinho con un nuovo album


La bossa nova è il nome di una bomba che Joao Gilberto detonò. Il tempo di accendere la miccia e scappare e l'intero mondo fu sconvolto. Il Mestre confezionò con abilità l'esplosivo presso l'abitazione della sorella a Diamantina, precisamente in bagno (stanza che riteneva dotata di un'acustica invidiabile). Riassumere la batida joaogilbertiana è un'impresa ardua, i più degni rappresentanti della scena musicale brasiliana la definiscono come una riproduzione del samba su chitarra mista a un gran numero di variabili musicali. Circa la componente jazz delle esecuzioni, c'è sempre stata una corrente che l'ha esclusa.

La genialità del Mito, tuttavia, all'inizio non fu compresa, ma bastò, nel 1958, l'uscita del disco 78 giri numero 14.360 marchiato Oden con le canzoni Chega de Saudade (Tom Jobim e Vinicius de Moraes) e Bim Bom (di Joao stesso) per diventare patrimonio gli innovatori dell'epoca e per diffondersi in tutto il mondo in poco tempo (non a caso la parola "nova" definiva una rinascita in contrapposizione alla parola "velha").
La bossa nova, tuttavia, diventò anche un fenomeno sociale espressivo della classe media creata dalle politiche di  Juscelino Kubitschek. Durante la dittatura ricevette un duro colpo, in quanto parte degli artisti promuovevano delle tematiche sociali e politiche scomode al regime.
Joao Gilberto assistette a tutto questo la maggior parte del tempo dietro la finestra del proprio appartamento, in un isolamento quasi eremitico volto a cesellare la propria batida. O Mestre, tuttavia, sbirciava l'evoluzione della scena musicale e, tra un Bim Bom ed un altro, iniziò a dedurre che la propria figura artistica stava diventando spettrale. Joao, pertanto, decise di dedicarsi ad un nuovo album che potesse lanciare una bossa moderna o, riprendendo il titolo del disco, una Bossa Novinha. L'aspetto geniale del mestre si coglie nella propria volontà di coniugare composizioni di Tom Jobim e Vinicius de Moraes con i ritmi del brega elettronico e del funk carioca. Il produttore, Ry Cooder (iniziatore dell'esperienza musicale Buena Vista Social Club), ha rivelato l'intenzione di Joao di voler abbandonare il sussurro tipico della prima opera, per avvicinarsi alla voce alta degli artisti moderni. L'evoluzione, tuttavia, non ha toccato l'aspetto della venerazione della giovane donna: a garota.
Ecco di seguito i titoli delle tracce:
  • Senta com Vontade (versão de “Chega de Saudade” – Tom Jobim & Vinicius de Moraes);
  • Vou Te Dar de Mamar (“Eu Sei que Vou Te Amar” – Tom Jobim & Vinicius de Moraes);
  • É pau, é pau, é pau (“Águas de Março” – Tom Jobim);
  • Novinha do Botafogo (“Garota de Ipanema” – Tom Jobim & Vinicius de Moraes);
  • Quer de Quatro (“Corcovado” – Tom Jobim);
  • Só Danço Brega (“Só Danço Samba” – Tom Jobim & Vinicius de Moraes);
  • Funk de Uma Nota Só (“Samba de Uma Nota Só” – Tom Jobim & Newton Mendonça);
  • Novinha Tesudinha (“Coisa Mais Linda” – Vinícius de Moraes & Carlos Lyra);
  • Minha Tonga na Mironga Faz um Belo Neném (“A Tonga da Mironga do Kabuletê” – Vinicius De Moraes & Toquinho);
  • A Cachorrinha (versão original de Tom Jobim & Vinicius de Moraes)

Item Reviewed: Joao Gilberto rivoluziona il proprio jeitinho con un nuovo album Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino