Ultimi post
Powered by Blogger.

Aldir Blanc - biografia



Aldir Blanc Mendes è nato a Rio de Janeiro il 2 settembre del 1946, è un compositore e scrittore brasiliano. 
I primi lavori di Aldir risalgono al periodo dell'adolescenza, epoca nella quale imparò anche a suonare la batteria; come batterista suonò al Teatro Azul ed entrò nel gruppo Rio Bossa Trio che, più tardi, cambiò il proprio nome in GB-4. Negli anni '60 s'iscrisse all'università e, più tardi, si laureò in Medicina specializzandosi in Psichiatria.
Un amico in comune gli presentò Joao Bosco, il quale stava trascorrendo le ferie a Rio de Janeiro. Tra i due nacque una grande amicizia ed una delle migliori collaborazioni nella storia della MPB. Dati gli impegni accademici, Aldir spediva i suoi testi a Joao ad Ouro Preto (dove studiava ingegneria) e, nei fine settimana, si incontravano per cantare, per giocare a biliardo e comporre.
aldir e joão
Joao Bosco e Aldir Blanc
La dupla si consolidò quando uscì la famosa Agnus Dei, registrata anche da Elis Regina nel 1972. Grandi composizioni della MPB portavano la firma dei due talenti, quali: Bala com Bala (successo nella voce di Elis Regina), O Mestre-Sala dos Mares, De Frente Pro Crime e Caça à Raposa. Una delle canzoni più famose in assoluto fu O Bebado e o Equilibrista, una musica diventata un inno contro la dittatura ed interpretata magistralmente dalla Pimentinha.
Nel 1968, con Silvio da Silva Junior, Aldir scrisse A Noite, a Maré e o Amor, canzone entrata nella classifica del III Festival Internacional da Canção della TV Globo. L'anno seguente, Blanc riuscì a far classificare tre canzoni al II Festival Universitário da Música Popular Brasileira: De Esquina em Esquina, composta con  César Costa Filho e interpretata da Clara Nunes; Nada Sei de Eterno creata con Sílvio da Silva Júnior e cantata da Taiguara; Mirante realizzata con César Costa Filho e intonata da Maria Creuza.
Nel 1970, al V Festival Internacional da Canção, Aldir Blanc arrivò in vetta con Diva, scritta con César Costa Filho. Lo stesso anno venne registrato uno dei sui maggiori successi: la canzone Amigo é Pra Essas Coisas, composta con Sílvio da Silva Júnior e cantata dal gruppo MPB4. La composizione, inoltre, fu scelta per partecipare al II Festival Universitário de Música Popular Brasileira e si classificò in seconda posizione. 
Un altro marchio nella carriera dello scrittore fu Naçao, lavoro firmato anche da Joao Bosco e Paulo Emilio e contenuta nell'omonimo disco uscito nel 1982. Naçao divenne famosissima anche grazie alla eccellente interpretazione di Clara Nunes.
Aldir si occupò anche di battaglie civili a tutela dei diritti d'autore: fu uno dei fondatori della Sombras e della Saci (Sociedade do Artista e Compositor Independente).
Nel 1983, ruppe la collaborazione con Joao Bosco e, subito dopo, iniziò quella con il compositore Guinga, con il quale lanciò grandi successi come: Catavento e Girassol, Nítido e Obscuro e Baião de Lacan. Leila Pinheiro, affascinata dal lavoro dei due, nel 1996 lanciò il disco Catavento e Girassol, una raccolta di canzoni firmate da Aldir e Guinga.
Nel 1996, lo scrittore fu omaggiato con il lancio del disco Aldir Blanc - 50 Anos che conteneva la partecipazione del sociologo attivista Betinho a lato degli MPB4 in O Bebado e o Equilibrista. L'album conteneva anche altre voci molto importanti quali quelle di: Edu Lobo, Paulinho da Viola, Danilo Caymmi e Nana Caymmi. La varietà delle dediche ricevute lasciava intendere la versatilità dell'artista nel riuscire a lavorare con diversi cantanti di differenti generi musicali.

Nel 2000, il paroliere partecipò come invitato speciale al disco del compositore Casquinha da Portela, interpretando Tantos recados (Casquinha e Candeia).
Nel 2006 pubblicò il libro Rua dos Artistas e Transversais che riuniva i suo due testi di cronache Rua dos Artistas e Arredores (1978) e Porta de Tinturaria (1981) più altre 14 cronache scritte per la rivista Bundas e per il giornale Jornal do Brasil.

Opere:



Fonti:
  • Cliquemusic.uol.com.br
  • Dicionariompb.com.br
  • mpbnet.com.br
  • Wikipedia Brasil

Item Reviewed: Aldir Blanc - biografia Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino