Ultimi post
Powered by Blogger.

Boa Vista - Roraima

Boa Vista è la capitale della Roraima, nonchè la città che ospita il maggior numero di abitanti. E’ stata costruita sul margine destro del Rio Branco, precisamente in una porzione centro-orientale dello stato: nella microrregião de Boa Vista che fa parte della mesorregião do Norte de Roraima. 
La capitale si estende su un’area di 5.117,9 km² e confina con Paracaima a nord, con Normandia e Amajri a nordest, con Bonfim e Alto Alegre a est e con Cantà e Mucajaì a sudest. Il territorio, inoltre, ospita circa 1.447,35 Km² di zone indigene, pari a circa il 25,33% del territorio totale.


I principali fiumi che bagnano Boa Vista sono:il Branco, il Tacutu, il Uraricoera, l’Amajari e il Cauamé (ques't’ultimo ha dato il nome ad un quartiere). 
Il bacino idrografico del fiume Branco è caratterizzato da un periodo di piena ed un altro di secca. Durante la piena (da marzo a settembre), il corso d’acqua straripa allagando diverse aree; durante la secca, invece, il Rio Branco crea diversi problemi di navigabilità, ma, in compenso, si formano delle bellissime spiagge fluviali adatte alla balneazione. Boa Vista ha un inverno secco e un’estate piovosa, data la sua posizione nella Zona Climatica Tropicale, le mezze stagioni non vengono percepite, . Le temperature oscillano dai 21°C  di gennaio fino ai 37,6°C di giugno.
La città ospita circa 309’000 abitanti, pari ai 2/3 dei Roraimenses ed è sede della Região Metropolitana de Boa Vista, oltre ad essere la capitale brasiliana localizzata più a nord, l’unica al di sopra della linea dell’Equatore nonchè la più distante sia da Brasilia che da San Paolo.
O Municpio presenta aspetti di grande modernità che la rendono una delle città più all’avanguardia della regione amazzonica. Un chiaro esempio di ciò è il tracciato urbano a forma radiale, il cui progetto risale al 1944 e fu firmato dall’ingegnere civile Darcy Aleixo Derenusson.
Il professionista, nella realizzazione, si era ispirato alle strade di Parigi. Boa Vista, infatti, è costituita da un centro panottico: la Praça do Centro civico Joaquim Nabuco, dove si concentrano le sedi dei tre poteri (Legislativo,Judiciário e Executivo), oltre che diversi punti culturali, hotel, banche, poste e edifici religiosi. Dalla piazza partono le lunghe strade principali che continuano sino alla periferia.
La città, ancora, è divisa in zone e quartieri: secondo il Capítulo III della Legge nº 244, del 6 settembre 1991, ci sono 4 zone: Sud, Est, Ovest e Nord
Le aree a Nord e a Sud sono le meno richieste, non solo per la presenza di pochi quartieri, ma anche per i troppi contrasti tra edifici lussuosi e case modeste. La zona Sud, invece, include il Centro che è il polo commerciale della città ed include la Região do Beiral (Bairro Caetano Filho).
Le Zone Est ed Ovest sono molto richieste sia per le dimensioni che per la maggiore omogeneità urbanistica. La Zona Est, in particolare, sebbene sia formata solo da due quartieri – Caçari e Paraviana – è abitata unicamente dal ceto dirigente boa-vistense, sono presenti, inoltre, locali chic.
La Zona Ovest, al contrario della prima, ha un’estensione superiore alla somma di tutte le zone sopracitate ed ha un’esposizione prettamente periferica, abbracciando tutti i quartieri più poveri, come: Pintolândia, Nova Cidade, Sílvio Leite, Sílvio Botelho e Raiar do Sol. L’aspetto povero, tuttavia, non deve trarre in inganno: la località ha una grande concentrazione commerciale e ospita infrastrutture che stanno cambiando il suo aspetto.
Le quattro zone ospitano anche diversi edifici scolastici, tra i quali, i più importanti sono gli istituti: Monteiro Lobato, Ana Libória e la Escola Padrão. La loro importanza è legata alle soluzioni architettoniche utilizzate: costruiti su due piani, hanno giardini, cortili, palestre, bagni e ampie aule.
Boa Vista,inoltre, ha ricevuto un premio per aver ospitato la miglior scuola del paese, ancora, ospita due edifici scolastici federali di ensino fundamental e ensino medio: Centro de Educação - CEDUC (della Universidade Federal de Roraima) e o Instituto Federal de Roraima - IFRR. La prima struttura si caratterizza per possedere aule climatizzate e la seconda per i suoi numerosi e ben forniti laboratori; entrambe sono state le uniche scuole pubbliche dello stato ad ospitare l’ENEM.

Universidade Federal de Roraima

Instituto Federal de Roraima

Nonostante le ottime soluzioni urbanistiche, Boa Vista ha un sistema di trasporti pubblici non funzionante per mancanza di autobus. Fino al 2005, il servizio veniva garantito dagli espressinhos, una flotta di piccoli bus privati, ma, successivamente, vennero sostituiti dai taxi. I mototaxi, tuttavia, non sono ammessi.
La capitale, inoltre, possiede due mini terminal, entrambi localizzati nel centro della città: il maggiore è quello della Orla Taumanan. L’antica stazione Caimbé, invece, è disattivata e viene utilizzata solo dal servizio taxi.
La città, in compenso, dispone di un piccolo ma moderno ed efficiente aeroporto, l’Aeroporto Internacional Atlas Brasil Cantanhede, dove operano le seguenti compagnie: TAM, GOL e Azul. La TAM e la GOL e offrono voli per Manaus, Brasilia e San Paolo quotidianamente.
Boa Vista ospita anche la Rodoviária Internacional José Amador de Oliveira – Batom, un servizio internazionale di autobus che collega la Roraima con l’Amazzonia, la Guiana e il Venezuela.
Aeroporto Internacional Atlas Brasil Cantanhede

Rodoviária Internacional José Amador de Oliveira – Batom

La capitale è attraversata da diverse strade di rilevanza nazionale, quali:
  • BR-401 – Collega Boa Vista a Bonfim, fino alla frontiera con il Guiana
  • BR-174 – Collega Manaus alla città di Pacaraima, fino alla frontiera con il Venezuela
  • RR-205 - Collega Boa Vista con Alto Alegre.
  • RR-319 – Importante via agricola che taglia grandi possedimenti terrieri situati nelle città del nord.
Chi volesse raggiungere Boa Vista in auto, può accedervi percorrendo la circonvallazione Contorno Oeste Ottomar de Souza Pinto, un percorso grande circa 30 km.
L’indice di criminalità della città è aumentato negli ultimi anni, però registra ancora livelli molto bassi se paragonato, a parità di numero d’abitanti, alle altre città brasiliane. Solo durante gli anni ‘90 il problema delle gang di strada mise a dura prova la sicurezza cittadina, ma, grazie a diversi programmi, il fenomeno venne quasi debellato. Le gang cittadine, tuttavia, a causa dell’abbandono dei progetti sociali da parte della capitale, hanno iniziato a diffondersi nuovamente a partire dal 2000.

Storia

Boa vista ospitò il primo insediamento di persone stabilitasi in Roraima. La successiva costruzione del Forte São Joaquim nel 1775 diede un’importanza strategica considerevole alla regione.
Forte de Sao Joaquim, plastico
Nel 1830, il capitano Inácio Lopes de Magalhães, sfruttando il piccolo insediamento, creò una grande fattoria di bestiame. Boa Vista, all’epoca, era ancora allo stato embrionale e rientrava nella giurisdizione della vila São José da Barra do Rio Negro (attuale Manaus).
Nel 1858, a seguito dell’aumento del numero degli abitanti, si trasformò in paroquia e venne chiamata freguesia de Nossa Senhora do Carmo do Rio Branco. Trent’anni più tardi, il 9 luglio del 1890, la freguesia diventò una vila, sede del Municipio Boa Vista do Rio Branco, creata da Augusto Ximeno Villeroy, allora governatore della Província do Amazonas. L’area municipal fu ricavata dallo smembramento dell’antico municipio Moura.
Boa Vista do Rio Branco godeva di un vasto territorio, pari a gran parte dello stato della Roraima, ma, posteriormente, venne diviso per dare origine alla città di Catrimani.
Nel 1943, in piena Seconda Guerra Mondiale, la cittadina divenne la capitale dell’allora Territorio Federal do Rio Branco ed iniziò una rapida crescita grazie alle miniere. Lo sviluppo pretese un ripensamento urbanistico della città che portò alla progettazione di un centro panottico dal quale partissero le strade principali. La particolare pianificazione fu anche un diretto derivato della strategia governativa di occupazione dell’Amazzonia.
Per la realizzazione del progetto venne scelto l’ingegnere civile Darcy Aleixo Derenusson, il quale si laureò presso la Politécnica Nacional di Rio de Janeiro (attuale UFRJ) ed aveva già esperienze di progettazione grazie alla realizzazione del Plano Diretor de Volta Redonda (RJ), dove prese contatto con la scuola di Atílio Correia Lima, responsabile del disegno di Goiânia. 
Darcy Derenusson si circondò dei migliori tecnici in ambito urbanistico.
Fognature, distribuzione dell’acqua potabile e dell’energia elettrica, tutto fu sapientemente progettato. In ultimo, furono presi in considerazione anche i dati relativi alla crescita demografica, affiancati da validi studi socio-economici circa le potenzialità di sviluppo. Le previsioni della equipe di tecnici, se in un primo momento incontrarono lo scetticismo degli abitanti, attualmente si sono rivelate di grande utilità, soprattutto in relazione al traffico cittadino.
Nel frattempo, nel 1962, l’allora Territorio Federal do Rio Branco mutò di nome e divenne il Território Federal de Roraima. Nonostante molte delle miniere furono chiuse a causa degli ingenti danni alle bellezza naturali, la crescita demografica non si è mai arrestata, favorita dalla grande offerta di impieghi pubblici, nonchè dal settore commerciale costantemente in sviluppo.
 
 
Cultura e turismo
 
La cultura predominante boa-vistense è quella nordestina ed indigena. Tale cultura influenza anche la musica e l’artigianato. 
Le aree da visitare più antiche della città sono localizzate prevalentemente ai margini del Rio Branco e possiedono un’architettura caratteristica del XIX e XX secolo: il Neoclassicismo. Un esempio è la Prelazia, un’opera costruita nel 1907 che, tra il 1924 e il 1944, funzionò come ospedale dei monaci benedettini. Nel 1950, invece, venne trasformata in sede del Governo. 
Prelazia, Boa Vista - Roraima 

Prelazia, Boa Vista - Roraima

Sebbene il turismo sia sviluppato di più nelle zone interne rispetto alla capitale, Boa Vista di certo non è una città da scartare. Ogni anno giungono migliaia di visitatori per ammirare le mete più ambite del Municpio, quali:

Orla Taumanan - Boa Vista, Roraima

Orla Taumanan - Boa Vista, Roraima, foto Antonio Diniz

Orla Taumanan - Boa Vista, Roraima, foto: Manoel Henrique

L’Orla Taumanan – una grande costruzione sospesa sul margine destro del rio Branco. Si tratta di circa 6’500 metri quadrati che ospitano molte strutture turistiche, oltre che piazze famose per concerti di musica roraimeira e MPB. L’aspetto più apprezzato della Orla è il panorama: è possibile, infatti, ammirare la Ilha de São Sebastião. La struttura, inoltre, attraversa il punto più antico della città, ossia la freguesia de Nossa Senhora do Carmo do Rio Branco, dove si stanziarono i primi abitanti di Boa Vista. La Orla dispone anche di diversi terrazzi, come il più alto, il Meiremê, e il Weikepá, posizionato di fronte al Monumento aos Pioneiros.

Adiacente alla struttura si trova la piazza Barreto Leite e il Projeto Orla II, quest’ultimo è una replica della vecchia Intendência. 

Lungo i margini operano anche dei servizi di navigazione turistica e, ove possibile, ci sono delle spiagge, come la Praia Grande, dove è consentita la balneazione.


Complexo Poliesportivo Ayrton Senna

Complexo Poliesportivo Ayrton Senna

Complexo Poliesportivo Ayrton Senna – un’enorme struttura con molti servizi, come: parchi gioco, campi da tennis, da calcio, da pallavolo e da basket. 


Praça das Aguas - Boa Vista, Roraima

Praça das Aguas - Boa Vista, Roraima, fonte Turismo Brasil

Praça das Aguas - Boa Vista, Roraima

Praça das Aguas: era presente una fontana con getti d’acqua di diversi colori che, a seconda della musica suonata, cambiava di colore e d’intensità. Tuttavia, causa dei continui furti e della mancata manutenzione, la fontana è in stato di semiabbandono.


Portal do Milenio

Portal do Milenio - Boa Vista, Roraima, fonte: Alex Uchoa

Portal do Milenio - Boa Vista, Roraima, fonte: G1 Globo

Portal do Milenio - Boa Vista, Roraima, fonte: Lissandra Brilia

Portal do Milenio – un monumento costruito nella Praça das Aguas alla fine del 1999. L’opera d’arte fu eretta per festeggiare la fine del vecchio millennio e l’inizio del nuovo.


Centro de Artesanato, Turismo e Geraçao de Renda Velia Coutihno - Boa Vista, Roraima

Centro de Artesanato, Turismo e Geraçao de Renda Velia Coutihno - Boa Vista, Roraima, fonte: Tiago Orihuela

Centro de Artesanato, Turismo e Geraçao de Renda Velia Coutihno - Boa Vista, Roraima, fonte: Dica de Turista

Centro de Artesanato, Turismo e Geraçao de Renda Velia Coutihno – un luogo volto all’esposizione e alla vendita di prodotti artigianali roraimenses e indigeni. Nel complesso turistico è presente anche un palco per show dove, di sera, sono organizzati corsi gratuiti di ginnastica. L’area è anche servita da ristoranti e paninoteche.


Praça das Artes – un insieme di piazze che fanno parte del Complexo de Praças da Avenida Ene Garcez. Il posto riunisce spazi volti alla commercializzazione di piatti tipici regionali (come la Damurida) e di pezzi di artigianato. E’ presente anche un palco scenico e diversi parchi gioco.


 

Praça do centro Civico - Boa Vista, Roraima, foto: Manoel Henrique /Skyscrapercity

Praça do centro Civico - Boa Vista, Roraima, foto: Manoel Henrique /Skyscrapercity

Praça do centro Civico - Boa Vista, Roraima, foto: Manoel Henrique /Skyscrapercity

Praça do centro Civico – meglio conosciuto come “il cuore della città” oppure “il centro del centro”, ospita molte attività commerciale ed un buon arredo urbano


Monumento ao Garimpeiro - Boa Vista, Roraima

Monumento ao Garimpeiro - Boa Vista, Roraima, fonte: Alez Uchoa

Monumento ao Garimpeiro - Boa Vista, Roraima, fonte: Alez Uchoa

Monumento ao Garimpeiro - Boa Vista, Roraima, fonte: Marcelo Seixas

Monumento ao Garimpeiro – l’opera, costruita negli anni ‘70, è localizzata nella Praça do Centro Cívico e rappresenta un omaggio ad una figura molto importante nella storia della Roraima: i cercatori d’oro. Dall’inizio fino alla fine del secolo passato, i cercatori d’oro che si stabilivano sulle rive dei fiumi dello stato nordestino hanno rappresentato un valido contributo alla crescita demografica ed economica della regione. Il monumento è posizionato di fronte al Palácio Senador Hélio Campos, l’attuale sede del Governo do Estado, occupando la stessa area dell’antichissima pista d’atterraggio della città.


Catedral Cristo Redentor - Boa Vista, Roraima, fonte: UOL Viagem

 

Catedral Cristo Redentor - Boa Vista, Roraima, fonte: G1 Globo

 

Catedral Cristo Redentor - Boa Vista, Roraima

Catedral Cristo Redentor – una delle principali chiese della città con un’architettura moderna.


Igreja Matriz Nossa Senhora do Carmo - Boa Vista, Roraima

Igreja Matriz Nossa Senhora do Carmo - Boa Vista, Roraima, fonte: Noticias de Roraima

Igreja Matriz Nossa Senhora do Carmo - Boa Vista, Roraima

Igreja Matriz Nossa Senhora do Carmo – una delle costruzioni più importanti di Boa Vista, la chiesa ha il primato di essere il primo edificio religioso eretto nella Bacia do Rio Branco ed è riconosciuta come patrimonio storico.

La Igreja Matriz è stata restaurata dal 2005 al 2007 e sono state preservate tutte le caratteristiche originali dello stile tedesco degli anni ‘20. Durante la restaurazione, inoltre, sono stati scoperti degli affreschi.


Palacio da Cultura Nene Macaggi

Palacio da Cultura Nene Macaggi – una struttura molto grande e molto attenta a tutte le forme d’espressione culturali, ospita anche la più grande biblioteca dello stato.


Vila Olimpica - Boa Vista, Roraima

 

Vila Olimpica - Boa Vista, Roraima, foto Eduardo Andrade

Vila Olimpica - Boa Vista, Roraima, foto: Roberto Marinho

Vila Olimpica – un complesso di edifici posizionato in un punto strategico della periferia. Con le sue palestre, i suoi campi polivalenti, le sue piste per l’atletica leggera, rappresenta una delle strutture più moderne della regione. Nella Vila Olimpica è possibile iscriversi a corsi di ginnastica gratuiti.


Intendencia - Boa Vista, Roraima

Intendencia - Boa Vista, Roraima

Intendencia – L’edificio, localizzato nel centro storico della città, è una replica dell’originale Intendencia, una vecchia sede amministrativa costruita nel 1900 e distrutta nel 1958 da un incendio.

Attualmente la struttura ospita il Centro de Informações Turísticas da Prefeitura, un ufficio istituito per incentivare il turismo e valorizzare la cultura e l’arte.


Monumento ao Pioneiros - Boa Vista, Roraima

Monumento ao Pioneiros - Boa Vista, Roraima, fonte: Eu Amo Boa Vista

Monumento ao Pioneiros - Boa Vista, Roraima, fonte: Makunaima.com

Monumento ao Pioneiros - Boa Vista, Roraima, fonte: Alex Uchoa

Monumento ao Pioneiros – il monumento presenta elementi etnici tipici della cultura del popolo roraimense. L’opera raffigura l’arrivo delle prime famiglie di pionieri nello Stato e si distribuisce su cinque metri di altezza per quindici di larghezza.

Scolpito su un blocco di cemento dall’artista roraimense Luiz Canará, la scultura è ospitata dalla Praça Barreto Leite.


Ginasio Totozao

Ginasio Totozao – il principale palazzetto dello sport dello stato, con un campo polivalente, delle grandi tribune, una piscina e un campo da calcio.


Parque Anauà - Boa Vista, Roraima

Parque Anauà - Boa Vista, Roraima, foto: Antonio Diniz

Parque Anauà - Boa Vista, Roraima, foto: Antonio Diniz

Parque Anauà – il maggiore parco divertimenti della zona nord: una mega-struttura dedicata allo sport, al divertimento e ad altri servizi. Il Parque dispone di: anfiteatro, forròdromo, centro di artigianato indigeno, galleria d’arte, scuole di musica, musei, un lago naturale, una palestra, un kartodromo, piste per aeromodellismo, motocross, skate e bike. Presenti anche diversi ristoranti e paninoteche.

Per poter scoprire dove pernottare, cliccare qui

 

Fonti

  1. Divisão Territorial do Brasil. Divisão Territorial do Brasil e Limites Territoriais. Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (IBGE) (1 de julho de 2008).
  2. Capitais dos estados. Atlas Geográfico do Brasil.
  3. IBGE (10 out. 2002). Área territorial oficial. Resolução da Presidência do IBGE de n° 5 (R.PR-5/02)..
  4. Estimativa Populacional 2013 (PDF). Censo Populacional 2013. Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (IBGE) (1º de julho de 2013).
  5. Ranking decrescente do IDH-M dos municípios do Brasil. Atlas do Desenvolvimento Humano. Programa das Nações Unidas para o Desenvolvimento (PNUD) (2010).
  6. Título não preenchido, favor adicionar. Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística..
  7. Série Histórica de Dados - Precipitação (mm). Instituto Nacional de Meteorologia (1961-2013).
  8. Série Histórica de Dados - Temperatura Máxima (ºC) - Boa Vista. Instituto Nacional de Meteorologia (1961-2013).
  9. Série Histórica de Dados - Temperatura Mínima (ºC) - Boa Vista. Instituto Nacional de Meteorologia (1961-2013).
  10. CLIMATOLOGIA PARA BOA VISTA-RR. Jornal do Tempo (1961-1990)..
  11. Cidades@ - IBGE (2003). Mapa de Pobreza e Desigualdade - Municípios Brasileiros 2003..
  12. Cristiane Agostine (8 de outubro de 2009). Senado aprova acordo com o Vaticano. O Globo..
  13. Fernando Fonseca de Queiroz (Outubro de 2005). Brasil: Estado laico e a inconstitucionalidade da existência de símbolos religiosos em prédios públicos. Jus Navigandi.
  14. Organization of American States (OAS). The Brazilian Legal System (em Inglês)..
  15. Flávio Henrique M. Lima (8 de fevereiro de 2006). O Poder Público Municipal à frente da obrigação constitucional de criação do sistema de controle interno. JusVi.
  16. Câmara Municipal de Bragança Paulista. Câmara Municipal de Bragança Paulista.
  17. Terra Networks (5 de outubro de 2008). APuração 1º turno - prefeito

Item Reviewed: Boa Vista - Roraima Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino