Ultimi post
Powered by Blogger.

Bosque Rodrigues Alves - Jardim Botânico da Amazônia

 Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Alcemir Aires

Il Bosque Rodrigues Alves è un frammento di foresta amazzonica ricreato nel centro di Belém do Parà. Ispirato al Bois de Bologne (Bosco di Bologna) parigino, ha un’estensione pari a 15 ettari e vanta circa 20 mila visitatori al mese. L’area interessata dal Bosque è coperta da una foresta di terra ferma con una ricchissima varietà di specie animali e vegetali. 
La creazione di uno spazio verde in linea con il modello francese rappresentò, nel XIX secolo, uno dei simboli legati al benessere apportato dal
Ciclo da Borracha, così come si evinceva anche dalle particolari strutture che, ancora oggi, ospita, quali:
il monumento agli Intendentes Muncipais, le statue di Mapinguari e Curupira (guardie leggendarie della foresta), lo Chalé de Ferro (che attualmente ospita degli acquari), la Gruta de Pedra-Sabão e il monumentale portale dell’entrata principale.

Monumento Aos Intendentes Municipais - Belém do Parà Monumento Aos Intendentes Municipais - Belém do Parà, fonte: Carlos Macapuna /Flikr

Mapinguari, guardiano leggendario del Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà

Curupira, guardiano leggendario del Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà

Chalé de Ferro, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà

Chalé de Ferro, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Panoramio

Chalé de Ferro, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Carlos Macapuna/Flikr

Gruta de Pedra-Sabão, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Scantlebury/Skyscrapercity

Gruta de Pedra-Sabão, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Scantlebury/Skyscrapercity

Gruta de Pedra-Sabão, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Scantlebury/Skyscrapercity

Gruta de Pedra-Sabão, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Scantlebury/Skyscrapercity

Bosque Rodriuges Alves, entrata principale - Belém do Parà, fonte: Pontos Turísticos De Belem

Bosque Rodriuges Alves, entrata principale - Belém do Parà, fonte: Nunez/Skyscrapercity

Il Bosque, inoltre, vanta una collezione di più di 80 mila specie vegetali, oltre che una ricchissima fauna, una piccola parte della quale racchiusa in un enorme acquario.
L’area, ancora, ospita anche interessanti progetti di ricerca, ove la Coordinatrice della Fauna è quotidianamente coadiuvata da studenti delle Facoltà di Medicina, Veterinaria e Biologia, nonchè da personale altamente qualificato. L’obbiettivo degli studi è l’analisi e la classificazione degli aspetti biologici delle specie animali del Bosque, inclusa la formazione di una banca dati della fauna amazzonica.

Storia

Banchetto nel Bosque Rodrigues Alves, Belém, 1907 RBJB

Nel 1870, con la Lei n° 624 del 22 settembre, Abel Graça, Governatore Provinciale del Grao Parà, creò il Bosque do Marco da Légua, ossia un’area verde protetta. La foresta – che abbracciava 15 ettari - venne inaugurata con il nome di Parque Municipal il 25 agosto del 1883.
In seguito, il Bosque venne incluso nel piano di urbanizzazione di Belém curato da Antonio Lemos (amministrazione 1897-1912). Nel 1900, Lemos decise di abbellire l’area verde con interventi importanti, quali: monumenti, grotte, cascate e vivai. Eduardo Hass (allora direttore del Parque Municipal) e l’architetto José Castro Figueredo furono i responsabili dell’esecuzione delle opere.
L’area, tuttavia, solo a partire dal 17 dicembre del 1906, a seguito di una decisione del Conselho Municipal, iniziò a chiamarsi Bosque Rodrigues Alves, in onore a Francisco de Paula Rodrigues Alves, compagno di partito di Lemos nonché Presidente del Brasile dell’epoca.

belem-bosque-rodrigues-alves-2747-MLB4813927490_082013-F
Nel mese di giugno del 2002, il Bosque ricevette dalla Rede Brasileira de Jardins Botânicos il titolo di Jardim Botânico da Amazônia categoria C, collocandolo tra i 1846 giardini botanici distribuiti tra 148 paesi del mondo. La Rede Brasileria, inoltre, conferì al Bosque la responsabilità di promuovere la conoscenza tramite l’educazione sulla flora amazzonica, preservandone, nel contempo, le singole specie.
Nel 2008, l’area verde
conseguì il certificato di Jardim Zoobotânico da Amazônia dall’Instituto Brasileiro do Meio Ambiente e dos Recursos Renováveis (Ibama), ottenendo, così, l’autorizzazione (Licença de Operaçao n° 001/2008) a funzionare come Giardino Zoologico conformemente alla Lei da Fauna n° 5.197 del 1997.

Fauna

Il Bosque, offrendo l’habitat ideale per molte specie animali, ha sempre valorizzato l’aspetto faunistico. Nella foresta, difatti, è possibile trovare circa 430 animali di più di 50 specie diverse che vivono in cattività, semicattività e libertà.
Appena entrati, ci s’imbatte con gli alligatori e le tartarughe acquatiche e terresti delle famiglie: Tracajá, Muçuã, Tartaruga da Amazônia, Irapuca, Jabuti machado, Peremas, Jabuti de Pé Vermelho e Pé Amarelo.

Tracajà - Bosque Rodrigues Alves, Belém do Parà, fonte: Michel Braga de Oliveira/Flikr

Tracajà - Bosque Rodrigues Alves, Belém do Parà
Tartaruga da Amazonia - Bosque Rodrigues Alves, Belém do Parà, fonte: Portal da Amazonia

Irapuca - Bosque Rodrigues Alves, Belém do Parà, fonte: Juliana Lima/Flikr

Jabuti - Bosque Rodrigues Alves, Belém do Parà

 Jabuti de Pé Vermelho - Bosque Rodrigues Alves, Belém do Parà

Alligatore - Bosque Rodrigues Alves, Belém do Parà, fonte: Felipe Souza/Flikr

Un altro attrattivo che riscuote molto successo è la ricca varietà di uccelli che abitano l’area preservata, soprattutto le fantastiche Araras della specie Vermelha e Piranga, i Papagaios, le Jandaias, le Marianhinas, il Maitaca, il Periquitão, il Maracanã e l’Arara Azul Grande, quest’ultima in via d’estinzione.

Arara Vermelha, Bosque Rodrigues alves - Belém do Parà, fonte: Passaros e Flores

Jandaias, Bosque Rodrigues alves - Belém do Parà, fonte: Fazenda Visconde

Marianhinas, fonte: Flavio Brandao/Flikr

Maritaca, fonte: Novelos Nada Exemplares

Periquitão, fonte: Margarida Bico/Panoramio

b8037b_9b06889f87a4df4a0b4ade8286d22962

Arara-azul-grande-(Anodorhynchus-hyacinthinus)---foto-João-Quental

Molto interessante, ancora, è la presenza di pesci della varietà: Tambaqui, Apaiari, Jacundá, Acara-pixuna e Poraquê (anguilla elettrica).

Tambaqui
Apaiari

Jacundà

Acara-pixuna

Poraquê

I mammiferi ospitati nel Bosque, inoltre, sono altrettanto numerosi, partendo dai Macaco Prego e dai Macacos de Cheiro e arrivando sino al Peixe Boi amazzonico, il più grande mammifero d’acqua dolce delle Americhe.

Macaco Prego, fonte: Blog Campos Salles

Macaco de Cheiro, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: Jurema Josefa Turismo e Viagens

Pixe Boi, Bosque Rodrigues Alves - Belém do Parà, fonte: g1.globo.com

Secondo una stima del primo semestre del 2015, il Bosque Rodrigues Alves vanterebbe circa 435 animali, divisi in: mammiferi, (3 in cattività, 8 liberi), volatili (11 in cattività, 6 liberi), rettili (10 in cattività, 7 liberi), pesci (5 in cattività) e anfibi (5 liberi).

La Flora

Il Bosque Rodrigues Alves conta circa 10 mila vegetali appartenenti a più di 300 specie diverse, tutte native della Foresta Amazzonica, inclusa qualche pianta in via d’estinzione. A partire dal 2014, inoltre, è stato introdotto un censo forestale costantemente aggiornato. Tra gli alberi secolari è possibile annoverare la Quariquara (la specie più antica con i suoi circa 400 anni), la Quarubarana (mediamente 200 anni d’età) e la Maçaranduba (150 anni circa).

Quariquara

Degne di nota sono anche la Casca Doce, il Taxi Branco e l’Andiroba, piante officinali particolarmente apprezzate dai visitatori. Tra le specie in via d’estinzione il Bosque conta: il Cedro, l’Angelim Rajado e la Tanibuca.

Cedro

Fonti:

  1. Prefeitura Municipal de Belém: Jardim Botânico Bosque Rodrigues Alves festeja 128 anos belem.pa.gov.br: http://www.belem.pa.gov.br/app/c2ms/v/apoio.php?id=1&conteudo=3514;
  2. Bosque Rodrigues Alves - Jardim Botânico da Amazônia, Belém do Parà: http://www.belemdopara.tur.br/atracoes-turisticas/343-bosque-rodrigues-alves.html;

  3. Bosque Rodrigues Alves, sito ufficiale:http://www.belem.pa.gov.br/semma/bosque/

Item Reviewed: Bosque Rodrigues Alves - Jardim Botânico da Amazônia Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino