Ultimi post
Powered by Blogger.

Alla scoperta del mondo del samba con Gachot e Martinho da Vila

O-samba-Capa-principal-1000x393

Il Brasile, terra dagli incantevoli paesaggi, dal popolo molto ospitale e, soprattutto, terra del samba. Quest’ultimo un grande dettaglio che il regista franco-svizzero Georges Gachot ha voluto approfondire. Il samba è una parola che esercita grande fascino sui “gringos” e che, il più delle volte, viene classificata utilizzando dei cliché che puzzano di pregiudizio. Per tale motivazione Georges - con un curriculum che vanta un documentario su Maria Bethania (Musica è Perfume) e un altro su Nana Caymmi (Rio Sonata) – vacillava all’idea di proporre una pellicola con l’alto rischio di trasformarsi in un déjà-vu.
L’intervento di Martinho da Vila, tuttavia, si è dimostrato provvidenziale: il regista, guidato dal noto compositore ha scoperto come il samba non sia semplicisticamente un genere musicale, ma inglobi un vero e proprio stile di vita: “La musica brasiliana mi ha sempre dato un’emozione molto grande, che non è mai uscita dalla mia testa, ma sino ad allora il samba non rientrava esattamente tra i miei gusti. Mi sembrava qualcosa che avesse a vedere con i turisti. Ma avevo un’idea sbagliata. Martinho da Vila mi ha mostrato questo altro lato poetico”, ha affermato Gachot intervistato dalla UOL.

9339_734850426526523_545348042_n
Martinho, dunque, ha introdotto Georges nei retroscena della scuola di samba Vila Isabel ed ha mostrato come il genere musicale si mescolasse alla follia carnevalesca coinvolgendo migliaia i persone. Affascinato, il regista francese ha voluto mostrare, sul grande schermo, come uno dei più famosi generi musicali si trasformasse in cultura, religione, linguaggio, condivisione, in altre parole, in stile di vita. Il lungometraggio racconta della tradizione dei mestres de bateria, riprende gli abitanti del quartiere Vila Isabel che, come brulicanti formiche operose, danno il loro contributo alla realizzazione del carnevale.
Costante del documentario e guida eccellente, Martinho da Vila racconta la storia e gli episodi della magica terra di Noel Rosa. Ogni angolo, ogni immagine, dunque si trasforma in poesia, saudade, in distillati di bellezza: “Martinho parla del tempo, dell’amore e delle canzoni. La grande domanda è il senso della bellezza, è il no a questo lato della mulatta con il sedere grande”, ha osservato il regista.
Gachot, inoltre, per arricchire ulteriormente un quadro già pieno di colori e musica, ha coinvolto altri personaggi legati a questo mondo fantastico, quali: Mouskouri, Mart’nália, Ney Matogrosso, Leci Brandão, Zeca Baleiro e Beth Carvalho.
La prima proiezione di O
Samba è avvenuta il 22 settembre 2015 presso la scuola Vila Isabel. Gli spettatori, circa 600, sono rimasti affascinati dall’enorme forza spontanea sprigionata dal loro microcosmo. Martinho da Vila stesso ha apprezzato il lavoro del regista: “Il punto forte del film è la musica. L’immagine che più ho gradito è stata quella di una donna del popolo che danzava dopo il carnevale nei pressi del sambodromo”, ha affermato.

12039523_1061121787232717_6891686636301097219_n
Attualmente la pellicola è in proiezione in varie sale cinematografiche brasiliane, attendiamo con ansia l’arrivo in Italia, ecco di seguito il trailer ufficiale:

Item Reviewed: Alla scoperta del mondo del samba con Gachot e Martinho da Vila Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino