Ultimi post
Powered by Blogger.

Cachoeira do Arari – Parà

Cachoeira do Arari - Parà

Cachoeira do Arari é un municipio di circa 21 mila abitanti situato nello stato del Parà. La città, ricca d’acqua, conta laghi e numerosi fiumi, tra i quali: il Rio Arari, il Rio Guarapi, il Rio Mauá, il Rio Caracará, il Rio Camará, il Rio Jenipapocu, il Lago Guajará, il Lago Arari  e l’Igarapé das Almas. Gli abitanti, sfruttando l’abbondanza d’oro bianco offertagli dalla natura, si sono specializzati


 



SITO UFFICIALE

nell’allevamento bufalino, nella pesca e nel turismo. La stessa etimologia del nome della città deriva da uno dei suoi fiumi, precisamente il Rio Arari. Il termine “cachoeira” (cascata), invece, si riferisce ad un piccolo declivio che, durante l’estate, provoca una caduta d’acqua simile ad una piccola cascata. Cachoeira è facilmente raggiungibile da Belém: è necessario prendere delle imbarcazioni che, partendo dalla capitale, attraccano al porto Camarà di Salvaterra. Appena giunti, degli autobus portano i visitatori sino al municipio. Il tragitto è della durata di due ore, ma, date le bellezze naturali che si possono osservare durante il viaggio, la linea autobus funge anche da attrattivo turistico.

Storia

I primi abitanti della regione dell’Ararì furano gli indios Aruas, una tribù legata ai Neengaibas, indigeni che gli storici definivano Homens do Pacoval, per essersi stanziati nell’omonima regione ove furono rinvenute diverse opere. Nel 1700, arrivarono i gesuiti e, per conto della Missione, iniziarono la colonizzazione della zona, fondando fattorie sulle terre del medio e dell’alto Ararì. Il centro urbano, invece, nacque nella fazenda del Capitão-Mor André Fernandes Gavinho, il quale decise di edificare la propria abitazione di fronte al declivio del fiume Ararì. Data l’abbondanza d’acqua, l’allevamento e l’agricoltura si svilupparono e, nel 1747, accontentando le richieste dei propri sudditi, il Governo Portoghese ordinò di far costruire una cappella dedicata alla Nossa Senhora da Conceição nella fazenda del capitao-mor. Nacque, così, la Paroquia de Cachoeira, ventidue miglia prima della foce del fiume Ararì. André Fernandes Gavinho, allora, fondò la Freguesia da Nossa Senhora da Conceição da Cachoeira, sotto la giurisdizione della Vila Nova de Marajò. Con la morte di Gavinho, gli eredi consentirono ai vicini di poter rivedere i confini e costruire dentro l’azienda agricola, così, nel 1811, venne istituita la Vila de Cachoeira. Nel 1833, il Governo da Provincia convocò un consiglio con il compito di rivedere la geografia dei municipios del Parà, fu così che, tra il 10 e il 17 maggio, la Vila Nova de Marajò venne assorbita dalla Vila de Cachoeira. Il 6 ottobre del 1924, infine, con legge n.° 2274, venne ufficialmente creato il Municipio de Cachoeira do Ararì.

Turismo

Pezzo di artigianato locale, Cachoeira de Ararì - Parà

Casa do Artesao – creato dal Projeto Jovem Artesão in collaborazione con il Programa Amigo Real do Banco Real, l’istituto forma artigiani e si dedica alla commercializzazione delle loro opere.


Museu do Marajò, Cachoeira do Ararì - Parà

Museu do Marajò – un museo fondato nel 1972 dal frate italiano Giovanni Gallo. I locali erano utilizzati, inizialmente, come deposito da un antico frantoio. Dal 1987, data di inaugurazione, il Museu conserva importanti pezzi d’artigianato marajoara. L’area occupata dal museo conta circa 20 mila metri quadrati, 10 dei quali sono interessati da un’esposizione permanente. La mostra è corredata da una serie di cartelli che aiutano il visitatore a scoprire i segreti della cultura marajoara. Lo stesso padre Gallo affermava che la struttura era come un grande giocattolo dove le indicazioni intrattenevano il turista aiutandolo a scoprire cose sempre nuove, come: pezzi d’artigianato indios, curiosità sulle loro leggende e, addirittura, raffronti tra il vecchio e il nuovo Marajò. 
L’edificio dispone anche di un padiglione dedicato alla fauna amazzonica: un computer gestisce un database con circa 128 schede, notizie importanti per turisti e studiosi.


Lago Diamantina, Cachoeira do Ararì - Parà

Lago da Diamantina – una distesa d’acqua grande circa 200 metri e circondata dalla tipica bellezza dei campi del Marajò. Il lago è facilmente raggiungibile percorrendo la PA 154 ed è l’ideale per il relax e la balneazione. 


Sesquicentenário de Cachoeira do Ararí - Parà

Sesquicentenário de Cachoeira do Ararí – una struttura a forma di arco costruita nel 1983. La forma e i disegni (prevalentemente di pace e prosperità) richiamano molto quelli dei famosi archi di trionfo, con l’unica differenza che il monumento è ricoperto da mattonelle in stile portoghese, combinate con disegni marajoara. La localizzazione del Sesquicentenario è nei pressi del fiume, precisamente dove nacque la città, una scelta avvenuta non a caso visto che l’opera fu eretta per festeggiare i 160 anni dalla fondazione. 


Igreja Matriz Nossa Senhora da Conceição, Cachoeira do Ararì - Parà

Igreja Matriz Nossa Senhora da Conceição – Nel 1747, durante il vescovato di Caetano Brandão, la Paroquia de Nossa Senhora da Conceiçao de Cachoeira venne eretta nella fazenda del Capitao Mor André Fernandes Gacinho,  precisamente sul margine sinistro del Rio Ararì. Prima della sua costruzione, durante gli anni 1760 e 1790, i popolo dovette lottare per vincere tutti gli ostacoli opposti al progetto da parte del proprietario dei fondi.


Vendedordepeixe

Venda de Pescado na Vara – la pesca è uno dei settori trainanti di Cachoeira de Ararì, a tal punto da diventare un’attrazione. La città, infatti, è piena di venditori che, appendendo il pesce su delle aste, lo espongono o lo trasportano sulle spalle, portando avanti una tradizione che dura da tempi immemorabili.


Lago do Teso, Cachoeira de Ararì - Parà

Lago do Teso – il lago ha un forte significato simbolico: tutti gli emigranti che ritornano a Cachoeira fanno il bagno per ricordare, con saudade, il proprio passato trascorso nel municipio.


 

1571
Festividade de São Sebastião – considerato il santo protettore dei contadini della regione, São Sebastião è omaggiato dalla popolazione con una festa nata più di 100 anni fa. I festeggiamenti, diffusi in tutto il Parà, avvengono dal 10 al 20 gennaio. Cachoeira, invece, a differenza degli altri centri, mescola sacro e profano, prevedendo un programma religioso, ma anche serate con concerti e attrazioni.  


Fonti:

  1. Divisão Territorial do Brasil Divisão Territorial do Brasil e Limites Territoriais Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (IBGE) (1 de julho de 2008).
  2. Área territorial oficial Resolução da Presidência do IBGE de n° 5 (R.PR-5/02).
  3. Censo Populacional 2010 Censo Populacional 2010 Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (IBGE) (29 de novembro de 2010).
  4. Portal Amazonia: http://www.portalamazonia.com.br/secao/amazoniadeaz/interna.php?id=579
  5. Tv Liberal: http://www.orm.com.br/tvliberal/revistas/verpara/edicao6/arari.htm
  6. Prefeitura de Cachoeira do Ararì: http://www.cachoeiradoarari.pa.gov.br/portal1/municipio/ponto_turistico.asp?iIdMun=100115031&iPG=2

Item Reviewed: Cachoeira do Arari – Parà Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino