Ultimi post
Powered by Blogger.

Adelia Prado, la donna dal profondo sentimento umano

Adelia Luiz Prado Freitas nacque a Divinopolis, in Minas Gerais, il 13 dicembre del 1935, figlia del ferroviere Joao do Prado Filho e di Ana Clotilde. Adelia trascorse una vita tranquilla in quella città: iniziò i suoi studi nel Grupo Escolar Padre Matias Lobato e abitò nella Rua Crearà.
Nel 1950 perse sua madre. Questo episodio portò l'autrice a scrivere i primi versi.
In quest' epoca, inoltre, terminò il  curso ginasial presso il Ginasio Nossa Senhora do Sagrado Coraçao, nella stessa città.
L'anno seguente, iniziò il corso di Magistero nella Escola Normal Mario Casassanta che conluse nel 1953. Due anni più tardi, iniziò ad insegnare nel Ginasio Estadual Luiz de Mello Viana Sobrinho.
Nel 1958, a Divinopolis, si sposò con Josè Assunçao de Freitas, funzionario del Banco do Brasil S.A. Dalla  unione nacquero cinque figli: Eugenio, Rubem, Sarah, Jordano e Ana Beatriz.
Prima della nascita dell' ultima figlia, la scrittrice ed il marito iniziarono il corso di Filosofia della Faculdade de Filosofia, Ciencias e Letras de Divinopolis.
Nel 1972, morì suo padre e, nel 1973, si laureò in Filosofia. In questo periodo, spedì una lettera ed originali dei suoi nuovi poemi al poeta e critico letterario Affonso Romano de Sant'Anna che li portò all'attenzione di Carlos Drummond de Andrade.
Già ragazza, lessi Drummond la prima volta in prosa. Molti anni più tardi, Guimaraes Rosa, Clarisse. Questo è il mio gruppo, pensai. Apprezzano ciò che apprezzo. La mia felicità fu immensa. Continuavo a scrivere, ma non gradivo il mio tono, arido di fonti. Fino a quando un giorno, precisamente dopo la morte di mio padre, comincio a scrivere abbondantemente e percepisco un mio linguaggio, diverso da quello degli autori che amavo. E' questo, è il mio linguaggio.
Nel 1975, Drummond suggerì a Pedro Paulo de Sena Madureira della Editora Imago, di pubblicare il libro di Adelia, i cui poemi gli sembravano "fenomenali". Il poeta gli inviò gli originali di ciò che più tardi diventerà Bagagem. Il 9 ottobre, Drummond pubblicò una cronaca sul Jornal do Brasil, attirando, così, l'attenzione sul lavoro ancora inedito della scrittrice.
Bagagem, il mio primo libro, fu fatto con un entusiasmo per la nascita e scoperta di questa felicità. Emozioni per me inseparabili dalla creazione, anche se nate, molte volte, dalla sofferenza. Scoprii ancora che l'esperienza poetica è sempre religiosa, vuoi che nasca dall'impatto della lettura di un testo sacro, di uno sguardo amoroso su di te, o dall'osservare formiche che lavorano.

Il libro fu lanciato a Rio nel 1976, con la presenza di Antonio Houaiss, Raquel Jardim, Carlos Drummond de andrade, Clarice Lispector, Juscelino Kubitscheck, Affonso Romano de Sant'Anna, Nelida Pinon e Alphonsus de Guimaraens Filho, tra i tanti.
Il 1978 fu segnato dal lancio di O Coraçao Disparado, premiato con il Premio Jabuti della Camara Brasileira do Livro.
L'anno seguente, Adelia si dedicò alla prosa con Soltem os Cachorros. Dato l'enorme successo come scrittrice, si vide costretta ad abbandonare l'insegnamento, dopo 24 anni di lavoro. In questi 24 anni, insegnò presso l' Instituto Nossa Senhora do Sagrado Coraçao, Facoldade de Filosofia, Ciencias e Letras de Divinopolis,Fundação Geraldo Corrêa — Hospital São João de Deus, Escola Estadual são Vicente e Escola Estadual Matias Cyprien, insegnando Educação Religiosa, Moral e Cívica, Filosofia da Educação, Relações Humanas e Introdução à Filosofia.
La sua opera teatrale O Clarao, scritta in collaborazione con Lazaro Barreto, fu rappresentata a Divinopolis.
Il trance poetico è l'esperimento di una realtà interiore. Lei ti osserva e ti ama. Questo è sacro. E' Dio. E' il suo sguardo che pone sulle cose una chiarezza inspiegabile. Tentare di raccontarlo è il lavoro del poeta.
Nel 1980, diresse il gruppo teatrale amatoriale Cara e Coragem nella rappresentazione de O Auto da Compadecida di Ariano Suassuna. L'anno successivo, ancora sotto la sua guida, il gruppo inscenò A Invasao di Dias Gomes.
Pubblicò Cacos para um Vitral. Lucy Ann Carter presentò, nel Department of Comparative Literature della Princeton University, il primo di una serie di studi universitari sull'opera di Adelia Prado.
Nel 1981, lanciò Terra de Santa Cruz.
Dal 1983 al 1988, ricoprì le funzioni di Chefe da Divisao Cultural da Secretaria Municipal da Educaçao e da Cultura de Divinopolis, su invito del sindaco Aristes Salgado dos Santos.
Os Componentes da Banda fu pubblicato nel 1984.
Nel 1985, partecipò ad un progetto di gemellaggio culturale tra autori brasiliani e portoghesi in Portogallo e al II Encontro de Intelectuais pela Soberania dos Povos de Nossa América a Cuba.
Nel 1987, Fernanda Montenegro rappresentò, nel Teatro Delfim di Rio de Janeiro, lo spettacolo Dona Doida: un interludio basato su testi di libri dell'autrice. Lo show ebbe un grande successo e fu rappresentato anche in USA, Italia e Portogallo.
Nel 1988, Adelia partecipò a New York alla Semana Brasileira de Poesia, evento promosso dal Comite Internacional pela Poesia. Lo stesso anno fu pubblicato A Faca no Peito.
Nel 1991 usci la sua Poesia Reunida.
Nel 1993, tornò a lavorare presso la Secretaria Municipal de Educaçao e Cultura de Divinopolis, facendo parte della equipe di orientamento pedagogica nella gestione della divisione Teresinha Costa Rabelo.
Nel 1994, dopo anni di silenzio poetico, Adelia Prado pubblicò il libro O Homen da Mao Seca. Le prime pagine del libro furono scritte nel 1987 ma, dopo aver concluso il primo capitolo, l'autrice fu travolta da una crisi depressiva che la bloccò letterariamente per lungo tempo. Adelia parla della sua aridità "come un'esperienza necessaria" e che "questo periodo nel deserto", le fece bene.
Che cosa è successo? Una desolazione, tu vuoi, ma non puoi. Nonostante ciò, la poesia è più grande del poeta e, quando arriva, se non la ricevi, questo secondo inferno è più grande del primo, quello dell'aridità.
Dio è il personaggio principale della sua opera, è in tutto. Non solo Lui ma anche la fede cattolica, la preghiera.
Ho confessioni di fede cattolica. La mia esperienza di fede mi dà la carica e porto con me questo marchio. Qual è l'importanza della religione? Dà senso alla mia vita, cuce la mia esperienza, mi dà orizzonte. Credo che i personaggi sono alter ego, è in loro il tocco dell'autore. Ma, circa letteratura, devono essere tutti migliori del creatore affinchè il libro dimostri anche di esser letto dal proprio autore come un libro altrui. Le migliori autobiografie sono eccellenti finzioni.
Nel 1996, a Belo Horizonte, nel Teatro Sesi Minas, fu rappresentata l'opera teatrale Duas Horas da Tarde no Brasil, ispirata all'opera dell'autrice e realizzata da Kalluh Araujo e dalla figlia di Adelia, Ana Beatriz Prado.
Sempre a Belo Horizonte fu inscenato O Sempre Amor (regia di Rui Moreira ), spettacolo di danza di Teresa Ricco basato sui poemi della scrittrice.
Nello stesso anno, furono lanciati Manuscritos de Felipa e Oraculos de Maio.
Il 5 novembre del 2014, Adelia ha ricevuto l’Ordem do Mérito Cultural, nella classe Grà-cruz, per essersi distinta nella formazione di un’identità culturale brasiliana. La riconoscenza le è stata consegnata dal Misterio da Cultura.
Filo conduttore delle opere di Adelia, è la rappresentazione del quotidiano: vivendo nella piccola Divinopolis, città con circa 200'000 abitanti, i temi ricorrenti sono quelli della vita di provincia: la donna che rassetta la cucina, le funzioni religiose, il profumo dei campi, i vicini di casa.
 
Materiale gentilmente fornito dal sito: www.releituras.com

Opera

Poesia

  • Bagagem, Imago - 1975
  • O Coração Disparado, Nova Fronteira - 1978
  • Terra de Santa Cruz, Nova Fronteira - 1981
  • O Pelicano, Rio de Janeiro - 1987
  • A Faca no Peito, Rocco - 1988
  • Oráculos de Maio, Siciliano - 1999
  • Louvação para uma Cor
  • A duração do dia, Record - 2010


Prosa

  • Solte os Cachorros, racconti, Nova Fronteira - 1979
  • Cacos para um Vitral, Nova Fronteira - 1980
  • Os Componentes da Banda, Nova Fronteira - 1984
  • O Homem da Mão Seca, Siciliano - 1994
  • Manuscritos de Filipa, romanzo


Antologia

  • Mulheres & Mulheres, Nova Fronteira - 1978
  • Palavra de Mulher, Fontana - 1979
  • Contos Mineiros, Ática - 1984
  • Poesia Reunida, Siciliano - 1991 (Bagagem, O Coração Disparado, Terra de Santa Cruz, O Pelicano e A Faca no Peito).
  • Antologia da Poesia Brasileira, Embaixada do Brasil em Pequim - 1994.
  • Prosa Reunida, Siciliano - 1999
  • Balé
  • A Imagem Refletida - Ballet do Teatro Castro Alves - Salvador - Bahia - Direzione artistica di Antônio Carlos Cardoso.



Collaborazioni:

  • A Lapinha de Jesus (in collaborazione con Lázaro Barreto) - Vozes - 1969
  • Caminhos de Solidariedade (in collaborazione con Lya Luft, Marcos Mendonça e altri) – Gente - 2001.




Item Reviewed: Adelia Prado, la donna dal profondo sentimento umano Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino