Ultimi post
Powered by Blogger.

Belém do Parà – idrografia e clima

Belém do Parà

Belém è una città che conta circa 1 milione e mezzo di abitanti, distribuiti su un’area di 1065 km². Il territorio è interessato dal passaggio di diversi corsi d’acqua, oltre che dalla presenza di una baia suggestiva.

La Baia do Guajara

Baia do Guajara- Belem do Para

L’insenatura è di grandi dimensioni ed è formata dall’incontro della foce del Rio Guamà con la foce del Rio Acarà.

Storia

Chiamata Paranà-Guaçu dagli indios Tupinambas, la baia costituì la porta di accesso per i Portoghesi che occuparono il Grao-Parà.
Secondo il Tratado de Tordesilhas, le terre dell’insenatura appartenevano alla Spagna, ma, dopo l’invasione, vennero accorpate all’Uniao Iberica.
Il 12 gennaio del 1616, il petaccio Santa Maria da Candelária, la caravella Santa Maria das Graças e la grande lancia Assunção, con 150 uomini a bordo, attraccarono dove oggi si trova la città di Belém.
Il posto venne chiamato Feliz Lusitania da Francisco Caldeira de Castelo Branco, Scopritore e Primo Conquistatore dell’Amazzonia.
Durante gli anni a seguire, la baia fu scenario di diverse battaglie, come la grande disputa per il Grao-Parà tra Portoghesi, Inglesi, Olandesi e Francesi. Nessuno di tali popoli riuscì a stabilirsi definitivamente in loco, ragion per cui furono obbligati a cercare terre più a nord.

Pesca

Pesca nella Baia do Guajara - Belém do Parà

Considerata l’attività rilevante dei Tupinambas, la pesca della Baia do Guajara era il mezzo di sopravvivenza della popolazione indigena.
Dopo l’arrivo dei Portoghesi, la cattura dei pesci s’intensificò e raggiunse il punto massino nel 1879, durante il Ciclo da Borracha.
Ancora oggi, la pesca è uno dei settori trainanti dell’economia di Belém, tale da influenzare anche la cucina, come il famoso Pirarucu, meglio conosciuto come “baccalà dell’Amazzonia”

Fiumi

I fiumi che passano per Belém sono il Rio Amazonas, il Rio Maguari e il Rio Guamà:

Rio Amazonas

Rio Amazonas - il maggiore fiume della Terra, tanto in volume d’acqua quanto in estensione (6992,06 km). Nasce dal Rio Apurimac, a sud del Perù e sfocia nell’oceano Atlantico, insieme al Rio Tocantis.


Rio Maguari - Belém do Parà

Rio Maguari – bagna la Regione Metropolitana di Belém.


Rio Guamà - Belém do Parà

Rio Guamà – un fiume il cui bacino idrografico drena un’area di circa 88 mila km2. E’ navigabile solo negli ultimi 160 km del fiume e, tra i suoi affluenti, ci sono i fiumi Acarà, Capim e Moju. Il corso d’acqua è interessato dal fenomeno della pororoca. Sul margine destro, inoltre, è situato il campus principale della Universidade Federal do Parà.
Circa il 75% dell’acqua consumata a Belém proviene dal Guamà, inquinato poichè riceve 11 canali contaminati dallo scarico irregolare di acque urbane.


Laghi

Lago Bolonha - Belém do Parà Lago Agua Preta - Belém do Parà

I laghi Bolonha e Água Preta, alimentati dal Rio Guamà, riescono a fornire acqua da bere ai quasi 2 milioni di abitanti della capitale.


Clima

Manghi lungo le strade di Belém do Parà

Il clima di Belém è caldo umido, tipicamente equatoriale, con influenze dirette della foresta amazzonica. Le piogge, abbondanti, si protraggono per tutto l’anno.
La grande presenza di alberi di mango sui cigli delle strade allevia il calore, soprattutto nei mesi da giugno a novembre, quando le temperature sfiorano i 35°C.
Da gennaio a febbraio, l’enorme numero di manghi fruttificano, offrendo i propri doni a residenti e turisti. Per tale caratteristica, Belém è conosciuta come cidade das mangueiras

Fonti

  1. NINNI, Karina. Abundância problemática. CadernoPlaneta. Jornal O Estado de S.Paulo
  2. Classificação das Cidades (em Português) Ancestralidade Africana Org.
  3. A Cidade Encontro ANICER. 
  4. LUME UFRGS: http://www.lume.ufrgs.br/handle/10183/13775

Item Reviewed: Belém do Parà – idrografia e clima Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino