Ultimi post
Powered by Blogger.

O Papel do Professor - intervista a Rubem Alves sul ruolo dei professori


Sto pensando da molto tempo di proporre un nuovo tipo di professore. E' un professore che non insegna nulla, non è professore di matematica, di storia di geografia. E' un professore di stupore. L'obbiettivo dell' educazione non è insegnare le cose perché già sono su internet, sono in tutti i luoghi, sono sui libri. E' insegnare a pensare. Creare nel bambino questa curiosità. Per me questo è l'obbiettivo della educazione: creare l'allegria di pensare. Già ho avuto un'esperienza molto interessante con una bambina di 7 anni. Ero con la testa calda, allora decisi, per far riposare la mente, di realizzare uno scaffale. Presi la mia sega circolare, il mio cacciavite, gli attrezzi, li portai lì sopra e cominciai a prepararmi. In quel momento, venne la mia domestica con sua figlia. La domestica disse buongiorno, io salutai e andò via. La ragazzina non andò via, rimase ferma lì. Lei era incuriosita dagli oggetti che erano lì, voleva sapere che cos'era quello, che cosa farà quest'uomo con questo, rimase ferma là. Allora io presi il metro, lo aprii e lei: "Che cos'è?"  
-"questo è un metro" 
-"a che cosa serve il metro?"
- "Serve a misurare."
- "Come il metro misura?" 
-"Vieni qua che ti mostro". 
Allora mostrai il metro, i centimetri e dissi a lei: "Presta attenzione che di 10 in 10 scarabocchi, c'è n'è uno rosso". Guarda cosa ho fatto: le ho insegnato il sistema decimale. Lei capì che le cose vengono in pacchetti di 10. Questa è un metodo sicuro per insegnare, quando ciò che il professore afferma, provoca la curiosità del bambino e il bambino interagisce, il bambino chiede. Come incentivo a leggere? Non mandando nessuno a leggere perchè la relazione con la lettura è una relazione amorosa. Io vado non perchè il professore mi ha comandato. Quando il professore ordina, ha già fatto un danno. Dunque devi suscitare il piacere, il piacere per la lettura. E come crei il gusto per la lettura? Non mandando a leggere ma leggendo. Un momento molto buono per la lettura è quando i bambini e gli adolescenti vanno a letto. Quindi la mamma si siede a lato e legge un libro. La missione del professore non è dare risposte pronte. Le risposte sono nei libri, su internet. La missione del professore è provocare l'intelligenza, è provocare lo stupore, è provocare la curiosità.

I libri di Rubem Alves sono acquistabili consultando i cataloghi Amazon, La Feltrinelli e IBS. I siti propongono i testi in varie lingue, compresa l'originale. Grazie al servizio offerto dalle note aziende, è possibile comprare le pubblicazioni anche ad un prezzo più conveniente:

Item Reviewed: O Papel do Professor - intervista a Rubem Alves sul ruolo dei professori Rating: 5 Reviewed By: Gianluigi D'Agostino